Come noi combattiamo il Diabete

Il diabete è un vero problema in Italia. Contiamo oltre 3 milioni di italiani diabetici sotto trattamento medico, senza contare i diabetici che non sanno di essere affetti dalla malattia. Il diabete colpisce oltre 400 milioni di persone in tutto il mondo.

Come noi combattiamo il Diabete 2

Questa malattia si presenta in due forme

– Diabete insulino-dipendente, chiamato tipo 1, che è una malattia autoimmune le cui cause sono ancora ignorate. Questa forma di diabete colpisce circa il 10% delle persone con diabete.

– Il diabete di tipo 2, che sebbene sia soggetto a fattori e predisposizioni genetiche, storia familiare ecc … è causato da sovrappeso e obesità.

Non siamo tutti uguali quando si tratta di diabete e dei rischi del diabete. Gli studi confermano le disparità legate all’età, al genere, alle condizioni sociali, nonché alle disparità geografiche (alta prevalenza nel centro e sud): persistono e aumentano.

L’età media dei diabetici è di 65 anni.

Essere una donna ed essere diabetici può essere una vera sfida. Importanti fasi della vita come gravidanza, conciliare tra vita professionale e vita familiare, menopausa ecc … devono essere adattate in base alla malattia e ai vari trattamenti.

Come noi combattiamo il Diabete 3

Attività fisica e diabete

Se le attività fisiche o sportive sono generalmente raccomandate alle persone con diabete, devono adeguarsi alla glicemia. Gli sport estremi o intensi non sono sempre possibili con il diabete, specialmente con le complicazioni sottostanti come ipertensione, malattia coronaria, ecc. Ma l’esercizio regolare e molte attività fisiche sono compatibili con il diabete per migliorare la qualità della vita.

Un italiano su due non sa che l’attività fisica può prevenire e curare molte malattie croniche come il diabete.

L’OMS raccomanda che i diabetici esercitino un’attività moderata e regolare combinando cardio e allenamento di forza almeno 3 volte a settimana. Due studi che dimostrano che l’attività fisica è veramente un elemento chiave nella gestione del diabete hanno portato alle seguenti conclusioni:

  • Quando prediabetico, l’attività fisica riduce di circa il 50% il rischio di diventare diabetici a medio termine (3 anni) e aiuta a ritardare l’insorgenza della malattia.
  • In caso di diabete, almeno 150 minuti di attività fisica alla settimana, combinati con la consulenza nutrizionale, riducono l’emoglobina glicata di circa lo 0,7% e riducono il rischio di complicanze associate (retinopatia, nefropatia, infarto e ictus).

Tra i suoi numerosi vantaggi:

  • miglioramento della sensibilità all’insulina e dell’equilibrio glicemico;
  • ridotto rischio di malattie cardiovascolari e ipertensione;
  • diminuzione del grasso addominale;
  • abbassamento del colesterolo cattivo (LDL);
  • aumento dei livelli di colesterolo buono (HDL);
  • aiutare a mantenere o perdere peso;
  • riduzione dello stress e dell’ansia;
  • aumento della fiducia in se stessi e del benessere;
  • eccetera.

Il circuito Curves e l’eccellente servizio e follow-up che offriamo nei nostri club sono particolarmente adatti alle persone con diabete.

Oltre ad aiutare con la perdita di peso, il circuito Curves ti consente di praticare sport regolari, adattati alle capacità fisiche di ciascuno, in un ambiente sicuro, motivante e premuroso.

La nostra missione e aiutare le donne, qualunque siano i loro obiettivi.

È possibile contattare la Federazione dei diabetici e trovare ulteriori informazioni sull’argomento nel link sotto:

http://www.fand.it/